Questo sito contribuisce alla audience di

Mónte Castèllo di Vìbio

comune in provincia di Perugia (42 km), 423 m s.m., 31,91 km², 1627 ab. (montecastellesi), patrono: santi Filippo e Giacomo (3 maggio).

Centro su un colle che domina la confluenza del torrente Faena nel Tevere. Forse di origine etrusca, nel Medioevo vi fu edificato un castello e nel sec. XII fu assoggettato a Todi. Conteso tra Orvieto e Narni, passò infine alla Chiesa nel sec. XV. Il borgo medievale è cinto da mura castellane del sec. XII. Di grande interesse il Teatro della Concordia (1808), con soli 99 posti, perfettamente restaurato. § L'agricoltura produce cereali, uva, tabacco e attivo è l'allevamento suino. In crescita il comparto turistico, anche grazie alla diffusione di aziende agrituristiche.