Questo sito contribuisce alla audience di

Mónte Cerignóne

comune in provincia di Pesaro e Urbino (50 km da Pesaro), 528 m s.m., 18,04 km², 688 ab. (cerignonesi), patrono: san Biagio (3 febbraio).

Centro del Montefeltro nell'alta valle del torrente Conca. Ricordato nel 962 quale possesso di Ulderico di Carpegna, fu fortificato nel sec. XII dai Montefeltro. Malgrado alcune brevi dominazioni (tra cui i Malatesta nel sec. XV), rimase per secoli possesso dei signori di Urbino, del cui ducato seguì le vicende storiche. La frazione Valle di Teva è isola amministrativa a E del capoluogo comunale. § Domina l'abitato la rocca, eretta nel sec. XII e ristrutturata nel 1478 da Francesco di Giorgio Martini per volere del duca Federico III di Montefeltro. Ai piedi della rocca è il rinascimentale palazzo Begni. § L'agricoltura fornisce frumento e foraggi per l'allevamento del bestiame (bovino e ovino). Produzione tipica di funghi, miele e formaggi. È luogo di turismo escursionistico.