Questo sito contribuisce alla audience di

Mónte Vidón Corrado

comune in provincia di Fermo, 429 m s.m., 5,99 km², 829 ab. (montevidonesi), patrono: san Vito (15 giugno).

Centro situato sullo spartiacque tra le valli del fiume Tenna e del torrente Ete Morto. Fu baluardo di Fermo e vi si sottomise nel Trecento, seguendone poi le vicende storiche, con l'eccezione delle brevi signorie di Carlo Malatesta (1413-16) e di Francesco Sforza (1433-46). Il paese conserva resti di mura e di fortificazioni dei sec. XIV-XV e abitazioni del Quattrocento con facciata in cotto. La parrocchiale di San Vito, modificata nel 1795, conserva tele del Settecento. § L'economia si basa sull'agricoltura; rilevanti nell'industria la lavorazione della paglia e la produzione di cappelli. § Vi nacque il pittore Osvaldo Licini (1894-1958).