Questo sito contribuisce alla audience di

Malatèsti, Antònio

poeta italiano (Firenze 1610-1672). Accademico degli Apatisti e amico di Galileo, ebbe ingegno versatile, che applicò alla matematica, all'astrologia, alla pittura. Scrisse poesie giocose (I brindisi dei Ciclopi, postumo, 1673), sonetti rusticani (La Tina) e poesie enigmistiche (Gli enigmi, 1640; La sfinge, 1640-43).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti