Questo sito contribuisce alla audience di

Mamèli, Goffrédo

poeta e patriota italiano (Genova 1827-Roma 1849). Distolto dagli studi dagli eventi politici che stavano maturando, prese parte alle manifestazioni popolari del 1847-48 prima a Genova, poi in Lombardia, dove conobbe Mazzini, di cui era seguace. Tornato a Genova, raggiunse Garibaldi, con il quale entrò a Roma nel 1849. Nominato suo aiutante, dopo avere svolto alcuni incarichi a Firenze e a Genova tra l'aprile e il maggio, si trovò a combattere al suo fianco al Gianicolo, dove il 3 giugno fu ferito a una gamba. Mal curato, morì un mese dopo. È autore dell'inno Fratelli d'Italia (1847) che, musicato dal maestro Novaro, divenne poi dal 1946 l'inno nazionale italiano. Le Poesie di Mameli furono raccolte in una prima edizione nel 1850.

Media

Goffredo Mameli.