Questo sito contribuisce alla audience di

Manglís, Ghiánnis

narratore greco (Kalimnos 1909). Dopo aver studiato al Liceo nautico di Le Havre, viaggiò molto e per un periodo lavorò come pescatore di spugne. Dopo tre raccolte di racconti (I dannati del mare, 1940; I Barbari, 1944; Cammino nella melma, 1949), pubblicò i romanzi Contrabbandieri dell'Egeo (1954) e I miei fratelli gli uomini (1958), vincitore quest'ultimo del Primo premio nazionale per la narrativa. Tra le altre opere ricordiamo i racconti La passione umana (1961), I segnati (1973), Scommessa (1982), e il romanzo Il canto della vita e della morte (1983). Per il teatro è autore dell'atto unico Samuel (1948) e di altri lavori raccolti in due volumi (1976-85). Ha tradotto varie opere dal francese.

Media


Non sono presenti media correlati