Questo sito contribuisce alla audience di

Marchétti, Giovanni

poeta e dantista italiano (Senigallia 1790-Bologna 1852). Fu poeta classicheggiante, anche se, nella sua più nota composizione, Una notte di Dante (1838), si avverte un'intonazione romantica di gusto byroniano. Coltivò gli studi danteschi e collaborò con P. Costa al Commento della Divina Commedia (1819). Oltre a traduzioni da Anacreonte e Orazio, lasciò un Cenno intorno allo stato presente della letteratura in Italia (1824).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti