Questo sito contribuisce alla audience di

Mato Grosso

regione del Brasile, nel settore centroccidentale del Paese, al confine con la Bolivia a W e il Paraguay a SW; dal 1977 è stato ripartito nei due Stati del Mato Grosso (903.366 km²; 3.182.113 ab. secondo una stima del 2013; capitale Cuiabá) e del Mato Grosso do Sul (357.146 km²; 2.587.269 ab. secondo una stima del 2013; capitale Campo Grande). Gran parte del vastissimo territorio è costituito dall'Altopiano del Brasile, che a N cede il posto alle pianure attraversate dagli affluenti di destra del Rio delle Amazzoni e a SW alla pianura del fiume Paraguay. Dall'altopiano si elevano la Serra dos Parecis (1080 m), la Serra de Maracaju, la Serra Azul. I principali corsi d'acqua sono il Juruena, il Teles Pires, lo Xingu (tributari del Rio delle Amazzoni), il Paraná e soprattutto il suo affluente Paraguay, arricchito dal Cuiabá e dal Taquari. La regione, malgrado le cospicue ricchezze minerarie (ferro, manganese, oro e diamanti), a causa della sua posizione interna, della scarsità di popolazione e dell'inadeguatezza delle vie di comunicazione, è ancora in via di sviluppo e la sua economia si basa soprattutto sull'agricoltura (cereali, manioca, caffè, canna da zucchero), sull'allevamento (bovini, suini, ovini) e sullo sfruttamento delle foreste. I fiumi rappresentano ancora la principale via di comunicazione; una ferrovia attraversa la regione meridionale, in direzione E-NW raggiungendo il distretto di Corumbá; una diramazione scende verso S. Il Mato Grosso, inoltre, è attraversato dall'autostrada Panamericana, che, partendo da San Paolo, raggiunge Cuiabá, quindi prosegue per Pôrto Velho (nello Stato di Rondônia). Centri importanti, oltre alle capitali, sono Dourados, Corumbá e Três Lagoas.

Media


Non sono presenti media correlati