Questo sito contribuisce alla audience di

Mazzóni, Giusèppe

patriota italiano (Prato 1808-1880). Di idee repubblicane, collaborò all'Alba di A. Vannucci facendo propaganda liberale tra il clero. Durante la rivoluzione del 1848 si recò a Modena e tentò invano di organizzarvi un governo repubblicano; tornato a Firenze, fu ministro della Giustizia con Guerrazzi e triumviro del governo provvisorio toscano (1849). Esule in Francia e in Spagna, fu condannato in contumacia all'ergastolo. Membro dell'Assemblea toscana dopo la caduta di Leopoldo II (1859), votò contro l'annessione al Piemonte; deputato di sinistra dal 1870, fu nominato senatore nel 1879.

Media


Non sono presenti media correlati