Questo sito contribuisce alla audience di

Mazzacurati, Marino

scultore italiano (Galliera, Bologna, 1908-Parma 1969). Trasferitosi a Roma, fu a contatto con gli artisti della Scuola romana, assieme ai quali diede vita, nel 1926, alla rivista antinovecentista Fronte. Prima di dedicarsi totalmente alla scultura fu attivo nel campo della pittura e del disegno (illustrazioni per i Canti orfici di D. Campana), palesando ascendenze futuriste. Particolarmente rappresentativi dello stile vigorosamente realistico che caratterizza le sue opere dal dopoguerra in avanti, e al quale l'artista giunse attraverso graduali e coerenti esperienze di stretta aderenza all'assunto tematico, sono il monumento al Partigiano a Parma (1955) e quello allo Scugnizzo delle Quattro Giornate di Napoli (1964).

Media


Non sono presenti media correlati