Questo sito contribuisce alla audience di

Menelào (mitologia)

(greco Menélaos; latino Menelāus). Eroe della mitologia greca: figlio di Atreo, re di Micene, e fratello di Agamennone, divenne re di Sparta per aver sposato Elena, la figlia di Tindaro, re di quella città. Quando Elena venne rapita da Paride e condotta a Troia, i suoi ex pretendenti, che avevano giurato di difendere la scelta fatta dalla donna, misero i loro eserciti al servizio di Menelao per recuperarla. Dopo l'espugnazione della città, Menelao riebbe la sua sposa. È personaggio dell'epica greca e di alcune tragedie di Euripide. § La raffigurazione di Menelao è frequente nel repertorio dell'arte antica fin dal sec. VII a. C. (supporto ceramico dei Musei di Berlino). In aspetto generalmente di guerriero ricorre nella grande pittura (Iliupérsis di Polignoto) e compare nella decorazione vascolare, in scultura (metope del Partenone; Menelao che sostiene il corpo di Patroclo, Firenze, Loggia dei Lanzi), nella metallotecnica (specchi etruschi). Da ricordare sono anche le figurine plumbee arcaiche provenienti dal santuario di Menelao ed Elena presso Sparta e le tarde miniature dell'Iliade Ambrosiana.

Media


Non sono presenti media correlati