Questo sito contribuisce alla audience di

Messager, Annette

artista francese (Berk 1943). Ha iniziato la propria attività artistica negli anni '70 riflettendo sul suo essere donna e artista. Per fare arte usa una varietà di tecniche e materiali: dalla pittura e scultura agli assemblaggi, dalle foto, libri, film e ricami agli animali impagliati con cui crea installazioni stravaganti. Combina mezzi convenzionali con il lavoro a maglia, raccolte di proverbi misogini sulle donne e altre attività quotidiane femminili. Negli anni Settanta crea i Journal intime, falsi diari di una giovane donna. A partire dagli anni Novanta abbandona la dimensione intimista per misurarsi con opere monumentali, di grande impatto visivo. Intere sale sono occupate da allestimenti barocchi con fantocci appesi, figure di gomma, pupazzi, sacchi di plastica in cui la fattura domestica e giocosa amplifica il senso grottesco. Con Articulés-Desarticulés, presentata per la prima volta a Documenta 11 nel 2002, il movimento meccanico entra a far parte delle installazioni. I pupazzi e le parti del corpo umano si animano di azioni ripetitive che ricordano il funzionamento ciclico di un organismo, ma che evocano allo stesso tempo l'immagine di una danza macabra.