Questo sito contribuisce alla audience di

Michals, Duane

artista statunitense (McKeesport, Pennsylvania, 1932). Eludendo ogni classificazione, Michals si è affermato nei primi anni Sessanta del secolo scorso come fotografo sperimentale, grazie a sequenze di immagini cui era sottesa una vicenda che non risultava perfettamente comprensibile e con cui intendeva porre domande circa il desiderio, il tempo, la giovinezza e la morte. Per lui, infatti, la fotografia non deve limitarsi a evocare sentimenti, ma invitare l'osservatore a porsi questioni ed elaborare idee e concetti. Il suo lavoro si fa spesso esplicito, come nelle immagini cui appone testi scritti a mano che narrano una realtà allusiva, fantasmatica, e in cui gli interrogativi sulla natura umana e i comportamenti sociali si fanno più espliciti.