Questo sito contribuisce alla audience di

Milestone, Lewis

regista cinematografico statunitense di origine russa (Kišinev 1895-Los Angeles 1980). Negli Stati Uniti dal 1913, partecipò alla prima guerra mondiale nei servizi cinematografici dell'esercito e, negli esordi a Hollywood, si occupò prevalentemente di montaggio. Alle due esperienze ricollegò la sua successiva attività di regista, iniziata nel 1925, premiata con l'Oscar già nel 1927 (Una notte in Arabia, con protagonista una coppia di militari) e proseguita con una prevalente produzione di film di guerra: dal celeberrimo All'Ovest niente di nuovo (1930), che resta il suo film-capolavoro e un classico del cinema antimilitarista e pacifista, a Fuoco a Oriente, che nel 1943 popolarizzò tra gli Americani il fronte sovietico, a Salerno ora X (1946). A un montaggio secco e vigoroso affidò i suoi pamphlets civili: The Racket (1928), sull'incipiente piaga del gangsterismo; The Front Page (1931), sul giornalismo scandalistico; Lo strano amore di Marta Ivers (1946), aspro quadro psicologico della borghesia di provincia. Nel 1962 diresse il remake a colori Gli ammutinati del Bounty.

Media

Lewis Milestone.