Questo sito contribuisce alla audience di

Milhaud, Gaston

filosofo francese (Montpellier 1858-1918). Professore all'Università di Montpellier, subì l'influenza duplice del neocriticismo di Renouvier e dell'indeterminismo di Boutroux. Con i neocriticisti, egli opera, nell'Essai sur les conditions et les limites de la certitude logique (1894), una riduzione della realtà a rappresentazione, per affermare quindi l'attività dello spirito umano nella costruzione del linguaggio scientifico, che, pur interpretando rigorosamente il reale, rimane contingente nei suoi confronti, e aperto a uno sviluppo indefinito garantito dall'indeterminatezza relativa di tale rapporto.

Media


Non sono presenti media correlati