Questo sito contribuisce alla audience di

Missolungi

(greco Mesológgion). Capoluogo del nomós dell'Etolia e Acarnania (Grecia), 10.100 ab. (2001). Si trova 28 km a S di Agrínion cui è collegata per ferrovia. Porto commerciale e peschereccio sul golfo di Patrasso, è mercato agricolo e zootecnico. Sede di una celebre scuola greca nel sec. XVIII, divenne famosa durante la rivoluzione contro i Turchi in quanto roccaforte della Grecia occidentale e sede del Senato. Assediata una prima volta nel corso del 1822, fu liberata con l'aiuto della flotta di Idra. Nel 1823 lord Byron vi organizzò a sue spese un corpo di 500 armati, ma morì l'anno seguente. Nell'aprile del 1825 cominciò il secondo assedio, che durò un anno anche perché Andréas Miaúlis riuscì due volte a rifornire la città eludendo il blocco. Subentrato Ibrāhīm Pascià a condurre l'assedio, gli abitanti rimasti senza capo tentarono una sortita (10 aprile 1826), ma furono intercettati dai Turchi e quasi tutti massacrati o catturati.