Questo sito contribuisce alla audience di

Molina di Lédro

comune in provincia di Trento (52 km), 638 m s.m., 39,49 km², 1498 ab. (molinesi), patrono: san Vigilio (26 giugno).

Centro situato sulla sponda orientale del lago di Ledro. Reperti archeologici databili all'Età del Bronzo testimoniano che il territorio fu abitato fin dalla preistoria. Seguì le vicende storiche di Pieve di Ledro.§ La parrocchiale barocca di San Vigilio conserva affreschi del 1772. Nei pressi della chiesa di San Giovanni, in località Biacesa di Ledro, nel sec. XIX furono rinvenute numerose tombe barbariche. Nelle vicinanze del lago merita una visita il Museo delle palafitte.§ L'economia locale si basa sull'agricoltura (uva, patate e foraggi), l'allevamento bovino e caprino, l'industria metalmeccanica, chimica, edile e del legno (imballaggi). In crescita il terziario, favorito dal turismo naturalistico ed escursionistico. Nell'area del lago i resti di un villaggio palafitticolo risalente al 2000 a. C., rinvenuti negli anni Trenta del sec. XX, attirano molti visitatori.