Questo sito contribuisce alla audience di

Mongrando

comune in provincia di Biella (8 km), 355 m s.m., 16,72 km², 4022 ab. (mongrandesi), patrono: Madonna del Carmine (16 luglio).

Centro situato fra il torrente Elvo e le pendici orientali della Serra d'Ivrea. Di probabili origini romane, il territorio appartenne a signori locali, i Collocapra, con la superiore giurisdizione (dal 1152) dei conti di Biandrate. Nel 1179 ne divenne padrone il comune di Vercelli. Ceresane fu occupato nel 1283 dagli Avogadro; passò poi ai Visconti (1349), ai marchesi del Monferrato (1404) e infine ai Savoia (1407). § A Ceresane sorgono i resti del castello e della chiesetta romanica di Santa Maria di Castelvecchio, decorata da affreschi (custoditi nel Museo Civico di Biella), considerati tra i più antichi della regione, e la parrocchiale di San Rocco (1747), con un pregevole organo rococò. La località Borgo conserva l'impianto del castrum romano da cui ebbe origine il paese. § L'economia si basa sull'industria, attiva nei comparti tessile (lavorazione e trasformazione di lana, lino, canapa, cotone), meccanico (attrezzi agricoli), delle materie plastiche (imballaggi) e della coltelleria. L'agricoltura (cereali, ortaggi, frutta, foraggi) e l'allevamento bovino completano il quadro economico.