Questo sito contribuisce alla audience di

Montèrchi

comune in provincia di Arezzo (28 km), 356 m s.m., 28,73 km², 1880 ab. (monterchiesi), patrono: san Simeone (8 ottobre).

Centro della val Tiberina situato su un colle, lambito dal corso del torrente Cerfone. Feudo dei marchesi di Monte Santa Maria, che nel 1266 si sottomisero al comune di Arezzo, appartenne ai Tarlati di Arezzo (sec. XIV) e poi a Firenze (sec. XV). La pieve, di origine romanica, è ornata di pregevoli opere dei sec. XIV-XVI. Di grande importanza è la Madonna del Parto, affresco staccato di Piero della Francesca (1460 ca.). § L'agricoltura produce cereali, uva, olive e frutta; sviluppate le attività silvo-pastorali e il turismo.