Questo sito contribuisce alla audience di

Montagnareale

comune in provincia di Messina (80 km), 328 m s.m., 16,23 km², 1787 ab. (montagnarealesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro situato sul versante settentrionale dei monti Nebrodi. Fu feudo della comunità di Patti, poi di Ascanio Ansalone, reggente d'Italia a Madrid; in seguito appartenne ai Corvaja e ai Vianisi. Nell'abitato sono il Palazzo Municipale e la chiesa madre secentesca, dedicata all'Assunta, che conserva una statua marmorea settecentesca della patrona. § L'agricoltura produce nocciole, uva, olive, frutta e cereali; nei boschi si raccolgono castagne. Di notevole importanza è il commercio. Sono presenti attività manifatturiere, che operano nei settori edile e della lavorazione del legno.