Questo sito contribuisce alla audience di

Montengón y Paret, Pedro

scrittore spagnolo (Alicante 1745-Napoli 1824). Gesuita, in seguito all'espulsione dell'ordine dalla Spagna (1767) si stabilì in Italia, dove due anni dopo abbandonò l'abito religioso e si sposò. È autore di un volume di Odas (1778), di traduzioni da Sofocle e soprattutto di cinque romanzi: Eusebio (1786-87) ed Eudoxia (1793) di carattere filosofico-didattico, chiaramente influenzati da Rousseau e censurati dall'Inquisizione; Antenor (1788) e Rodrigo (1793) di contenuto epico; Mirtilo a los pastores trashumantes (1795), tipico romanzo pastorale.