Questo sito contribuisce alla audience di

Montserrat (isola)

isola (98 km²; 5000 ab. nel 2002; capoluogo Plymouth) delle Piccole Antille, nel gruppo delle Leeward, situata tra le isole di Nevis a NW, Antigua a NE e Guadalupa a SE e bagnata dall'Oceano Atlantico a E e dal Mar delle Antille a W. Politicamente è una colonia britannica retta da un amministratore coadiuvato da un Consiglio legislativo e un Consiglio esecutivo. Di origine vulcanica, l'isola è montuosa (Soufrière Hills, 914 m) ed è coperta da praterie, boscaglie e foreste. La popolazione, di lingua inglese e religione protestante, si dedica all'agricoltura (cotone, canna da zucchero, agrumi, banane e ortaggi), alla pesca e all'allevamento bovino e caprino. Ma le due principali risorse economiche sono rappresentate dall'industria (plastica ed elettromeccanica) e dal turismo, che contribuiscono in modo significativo alla formazione del PNL. Appena risollevatasi dai danni provocati dall'uragano Hugo (1989), è stata nuovamente sconvolta dall'eruzione (18 luglio 1995) del vulcano locale, rimasto in quiete per decenni. Scongiurato il pericolo di una massiccia colata lavica, i centri abitati e le campagne sono stati coperti da una fitta coltre di cenere e gli abitanti della zona meridionale dell'isola costretti a lasciare le case e a trasferirsi in campi di raccolta. Ma la ripresa eruttiva del 25 giugno 1997 ha provocato vittime e ulteriori danni al territorio. È stato dichiarato lo stato di rischio per l'intera isola e gran parte della popolazione è stata trasferita altrove (per lo più ad Antigua). Aeroporto a Blackburne. L'isola fu scoperta da Colombo nel 1493.

Media


Non sono presenti media correlati