Questo sito contribuisce alla audience di

Muriséngo

comune in provincia di Alessandria (55 km), 338 m s.m., 15,25 km², 1511 ab. (murisenghesi), patrono: sant’ Antonio Abate (prima domenica di settembre).

Centro posto su un colle del Basso Monferrato, alla destra del torrente Stura. Dal 1164 appartenne ai marchesi del Monferrato, che lo infeudarono ai signori di Montoglio, ai Radicati di Brozolo e, dal 1420, agli Scozia. All'inizio del sec. XVIII passò ai Savoia. § Il castello Guasco di Bisio (rifatto nel sec. XVII), che domina il borgo, conserva dell'originaria costruzione trecentesca solo una torre quadrata. L'interno della parrocchiale di Sant'Antonio Abate (sec. XVIII) è un bell'esempio di rococò piemontese; barocca è la chiesetta di San Luigi, presso il cimitero di Corteranzo. § Fulcro dell'economia è il settore agricolo, con coltivazione di cereali, foraggi e in particolare della vite (vini pregiati); si praticano l'allevamento bovino e la raccolta del tartufo. L'industria opera nei settori tessile, vetrario, meccanico, della gomma, delle materie plastiche e dei materiali per l'edilizia. Rilevante il turismo, richiamato anche da manifestazioni dedicate ai prodotti tipici. § A novembre si svolge la Fiera del Tartufo del Monferrato.