Questo sito contribuisce alla audience di

Murn, Josip

poeta sloveno (Lubiana 1879-1901). Figlio illegittimo, conobbe una vita di stenti e morì di tubercolosi. Nel periodo liceale fondò insieme ad altri rappresentanti del rinnovamento culturale che prese nome di “Moderna” (Kette, Cankar, Župančić) la “Zadruga” – società letteraria – e cominciò a pubblicare versi con lo pseudonimo di Aleksandrov. Una sua raccolta, Poesie e romanze, uscì postuma nel 1903. Le liriche di Murn sono tipicamente impressionistiche; egli vi esprime i suoi momentanei stati d'animo che vanno da atteggiamenti ottimistici a momenti di cupa depressione e a presentimenti della morte. Spesso anche l'amore suscita nell'animo di Murn sensazioni dolorose, che ne accentuano la solitudine spirituale. Murn si sentì intimamente legato al mondo rurale e dedicò molte sue liriche alla vita paesana che egli vagheggia come un paradiso perduto.

Collegamenti