Questo sito contribuisce alla audience di

Mussolini, Alessandra

donna politica italiana (Roma 1962). Nipote, per parte di padre, di Benito Mussolini, ha tentato la carriera artistica nei primi anni Ottanta, senza però raccogliere grandi successi. Nel 1992 venne eletta deputato nelle file del Movimento Sociale Italiano (MSI) e nel 1993 ottenne un discreto successo candidandosi per la carica di sindaco di Napoli, pur venendo sconfitta da Antonio Bassolino. Dopo la “svolta di Fiuggi” del 1995, ha aderito ad Alleanza Nazionale (AN), ma nel 2003 (quando il leader di AN Gianfranco Fini, in visita in Israele, definì il fascismo come “male assoluto”, scusandosi nel contempo per le leggi razziali promulgate dal regime nel 1938) ha abbandonato il partito per fondare il movimento di destra Alternativa sociale (AS), nelle cui file è stata eletta al parlamento europeo. Alle elezioni legislative del 2008 è stata eletta deputato nelle liste del Popolo delle Libertà.