Questo sito contribuisce alla audience di

Nèive

comune in provincia di Cuneo (73 km), 308 m s.m., 21,20 km², 2938 ab. (neivesi), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro delle Langhe albesi, situato in posizione panoramica su un colle alla sinistra del torrente Tinella. Di antica origine, fu possesso dell'abbazia di Fruttuaria (1014), passò poi ai marchesi di Busca (sec. XII) e nel 1223 ad Asti, di cui seguì le vicende.§ Di notevole interesse sono la chiesa della Confraternita di San Michele (sec. XVII), con pianta a croce greca, e la parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo (sec. XVIII), affiancata da un campanile cinquecentesco. Dell'antica chiesa di Santa Maria del Piano (sec. XII) rimangono pochi ruderi e il campanile romanico.§ L'agricoltura è indirizzata prevalentemente alla coltivazione della vite (produzione di barbera, nebbiolo, dolcetto, freisa e barbaresco DOC), cui si affianca quella di alberi da frutto e cereali; si raccolgono nocciole. Molto sviluppati sono l'allevamento e il commercio del bestiame. Completa il quadro economico l'industria, attiva nei settori estrattivo, meccanico (macchine agricole), termotecnico, elettronico, alimentare, e della produzione di materiali da costruzione.

Media


Non sono presenti media correlati