Questo sito contribuisce alla audience di

Noica, Constantin

filosofo romeno (Vitănesti-Grosu 1908-Păltinis, 1987). Allievo di N. Ionescu, nelle prime opere studiò l'essenza e i limiti della scienza (Mathesis o le gioie semplici, 1934; Diario filosofico, 1944), interessandosi successivamente alla spiritualità romena, anche nel solco degli studi di L. Blaga. Imprigionato nel dopoguerra per motivi politici, poté riprendere a pubblicare solo nel 1970. In questo stesso anno, con Discorso filosofico romeno, Noica comincia a intendere la lingua non più come convenzione ma come il modo stesso attraverso cui si esprime l'essere dell'uomo. Tra le opere ricordiamo: Creazione e bello nel discorso romeno (1973), Eminescu ovvero pensieri sul completo uomo della cultura romena (1975), Il divenire nell'essere (1981), Tre introduzioni al divenire nell'essere (1984), Lettere sulla logica di Hermes (1986). Postumi sono stati pubblicati i volumi Pregate per fratello Alessandro (1990), Sei malattie dello spirito contemporaneo (1990) e Lettere ad un amico lontano (1991), che contiene la sua corrispondenza con E. Cioran.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti