Questo sito contribuisce alla audience di

Ockeghem, Johannes

compositore fiammingo (Fiandre ca. 1425-Tours 1494/ 1496). Per oltre quarant'anni al servizio della cappella del re di Francia, fu tenuto in grandissima stima ed ebbe molti riconoscimenti: come tesoriere dell'abbazia di St. Martin a Tours, una delle più alte cariche del regno, godendo di molti privilegi, anche finanziari. Considerato un compositore di primo piano già dai suoi contemporanei, Ockeghem è la figura centrale della seconda fase della scuola fiamminga, quella che segue a Dufay e precede Desprez (che per la morte di Ockeghem scrisse un celebre compianto). Artefice magistrale di un contrappunto di straordinaria ricchezza e complessità, per l'autonomia delle singole voci e la differenziazione di ritmi simultanei, Ockeghem nel secolo scorso fu ritenuto esponente di un arido tecnicismo. Tuttavia una più approfondita conoscenza della sua opera (10 messe complete, tra cui L'homme armé, e 4 frammentarie, un Requiem, 9 mottetti, una ventina di chansons) ha portato al riconoscimento della ricchezza inventiva, della versatilità e libertà delle sue architetture sonore, in particolare delle messe (che nell'epoca di Ockeghem divennero il genere più importante).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti