Questo sito contribuisce alla audience di

Després o Desprez, Dupré, del Prato, Josquin

(Jodocus o Josquinus Pratensis), compositore franco-fiammingo (forse Vermandois, Piccardia, ca. 1440-Condé-sur-l'Escaut, Nord, ca. 1521). Poco si conosce della sua vita: nel 1459 fu al servizio del duomo di Milano, con funzioni secondarie; dal 1486 al 1499 appartenne alla cappella papale; nel 1503 era a Ferrara presso gli Estensi e negli anni successivi, ormai famoso e affermato, ebbe rapporti di dipendenza (non facilmente precisabili) con la corte francese e, più tardi, con quella degli Asburgo. La fama di cui godette è attestata anche dalla frequenza con cui il suo nome ricorre nelle edizioni a stampa, soprattutto nei primi due decenni del sec. XVI. Si conoscono di lui 20 messe (e alcuni frammenti di messa), quasi 100 mottetti e ca. 70 composizioni profane, in prevalenza chansons. Després fu il maggior compositore della sua generazione, e solo in questo senso va inteso il paragone che scrittori cinquecenteschi fecero tra lui e Michelangelo. Nella sua opera si ravvisa la piena maturazione della scrittura polifonica cinquecentesca, che alla rigorosa complessità dei procedimenti costruttivi associa una viva attenzione ai concreti risultati sonori.

Media


Non sono presenti media correlati