Questo sito contribuisce alla audience di

Oribe, Emilio

poeta e pensatore uruguayano (Melo 1893-Montevideo 1975). Insegnò estetica all'Università di Montevideo. Nel suo pensiero l'universo è retto e regolato dal Nous o intelletto, forza suprema ordinatrice del mondo e che a esso conferisce razionalità e significato (Teoria del Nous, 1934; Trascendencia y platonismo en poesía, 1947). Oltre ai saggi di filosofia ha pubblicato traduzioni di poeti (fra cui Paul Valéry, che ebbe molta influenza su di lui) e numerosi libri di poesia, dalle giovanili e parnassiane Alucinaciones de belleza (1912), ai modernisti Las letanías extrañas (1915) ed El castillo interior (1917),ai ben più maturi e autonomi La transfiguración del cuerpo (1930), Los altos mitos (1935), La lámpara que anda (1940), Poesía eterna (1942) e Ars magna (1960). Misticismo panteista, vigore intellettuale e nitidezza espressiva caratterizzano la sua poesia.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti