Questo sito contribuisce alla audience di

Ospitale di Cadóre

comune in provincia di Belluno (26 km), 490 m s.m., 40,05 km², 365 ab. (ospitalesi), patrono: Natività di Maria Vergine (8 settembre).

Centro del Cadore, alla destra del fiume Piave. Sorto intorno al sec. X prese. il nome da un ospizio e seguì le vicende del Cadore, passando nel 1420 nei domini della Serenissima, che riconobbe gli statuti e i privilegi esistenti. Nel 1848 il territorio fu teatro di scontri fra austriaci e cadorini.La parrocchiale, già ricordata nel 1290, fu ampliata nel 1878 e conserva un dipinto settecentesco e una scultura di Valentino Besarel (sec. XIX).§ L'industria opera nei settori della lavorazione dei metalli (ghisa), delle minuterie e dell'energia elettrica. È centro di turismo escursionistico.

Media


Non sono presenti media correlati