Questo sito contribuisce alla audience di

Otóne

(latino Marcus Salvíus Otho). Imperatore romano (Roma 32 d. C.-Brescello 69). Fu amico fin dall'infanzia di Nerone, che tuttavia lo inviò in qualità di legato in Lusitania quando si invaghì di sua moglie Poppea. Morto Nerone, Otoneappoggiò Galba (68), ma, posposto nella successione a L. Calpurnio Pisone, attratti a sé gli elementi fedeli alla dinastia giulio-claudia, fece uccidere Galba e fu acclamato imperatore (15 gennaio 69). Ben presto le legioni delle province occidentali, sostenute dalle alte classi dirigenti romane o romanizzate, acclamarono invece imperatore Vitellio. Lo scontro fra le truppe dei due contendenti avvenne a Bedriaco, presso Cremona. Otone, vinto, si uccise pochi giorni dopo.

Media


Non sono presenti media correlati