Questo sito contribuisce alla audience di

Padmore, George

politologo antillano (Trinidad 1903-Londra 1959). Promotore di ogni attività tendente a formare la coscienza della nuova Africa e in pari tempo avversario della Négritude, di cui temeva possibili deviazioni nazionalistiche, fu nel 1937 tra i fondatori dell'International African Service Bureau di Londra. Teorico comunista e fervente panafricanista, non sempre d'accordo col marxismo ortodosso, divenne, successivamente all'indipendenza del Ghana (1957), consigliere di Nkrumah. Fu tra i promotori della Conferenza degli Stati indipendenti dell'Africa (1958) e della prima conferenza panafricana svoltasi alla fine dello stesso anno. Scrittore lucido e pieno di vigore, ha pubblicato saggi e studi, tra cui nel 1944: How Britain Rules Africa (Come l'Inghilterra governa l'Africa), Africa and the World Peace (L'Africa e la pace mondiale), Pan-Africanism or Communism? The Coming Struggle for Africa (1956; Panafricanismo o comunismo? La lotta che si prospetta per l'Africa); Pan-Africanism and Ghana (1957).