Questo sito contribuisce alla audience di

Parghelìa

comune in provincia di Vibo Valentia (25 km), 80 m s.m., 8 km², 1377 ab. (pargheliesi), patrono: sant’ Andrea (30 novembre).

Centro posto sul versante settentrionale del monte Poro, presso il litorale tirrenico. Fu probabilmente fondato da albanesi in epoca normanna e fu sotto la giurisdizione di Tropea, di cui seguì le vicende, ma con cui venne spesso in conflitto. Fino al sec. XVIII fu un porto attivissimo, legato da intensi traffici commerciali con Marsiglia. Distrutto dai terremoti del 1783 e del 1905, venne completamente ricostruito con aspetto moderno. § Il santuario barocco di Santa Maria di Portosalvo (1745), che ha resistito ai numerosi eventi sismici, conserva un altare decorato da rilievi e tarsie policrome e alcune pregevoli tele settecentesche di scuola napoletana. § Le principali risorse economiche provengono dal turismo, favorito dalla bellezza delle spiagge bianche, del mare cristallino e della frastagliata costa con l'imponente scogliera della Pizzuta. L'agricoltura produce ortaggi, uva, olive e agrumi.