Questo sito contribuisce alla audience di

Passeróni, Giàn Carlo

poeta italiano (Condamine, Nizza, 1713-Milano 1803). Sacerdote, trascorse la sua vita povera, ma dignitosa, a Milano, dove frequentò l'Accademia dei Trasformati. Verseggiatore di facile vena, compose tra il 1755 e il 1774 il lungo poema satirico-giocoso Il Cicerone, in cui tratteggia un ampio quadro dei costumi del suo tempo anticipando, solo sul piano contenutistico, il Giorno di Parini (legato a lui da viva amicizia). Passeroni pubblicò inoltre le Rime giocose, satiriche e morali (1776), sette volumi di Favole esopiane (1779-88) e una traduzione di Epigrammi greci (1786).

Collegamenti