Questo sito contribuisce alla audience di

Pecétto Torinése

comune in provincia di Torino (11 km), 407 m s.m., 9,16 km², 3690 ab. (pecettesi), patrono: Madonna del Rosario (prima domenica di ottobre).

Centro situato ai margini meridionali della collina di Torino, poco a SE del colle della Maddalena. Nel Medioevo fu a lungo dipendenza della Repubblica di Chieri, che ne fece un borgo rurale con torre di difesa. Nel 1502 divenne comunità autonoma. § Dell'antico ricetto si conserva una torre. La chiesa romanico-gotica di San Sebastiano è adorna di affreschi dei sec. XV, XVI e XVII. La chiesa della Confraternita dei Flagellati fu costruita tra il 1625 e il 1736. La parrocchiale, dedicata a Santa Maria della Neve, è opera di Bernardo Antonio Vittone; custodisce due porte secentesche provenienti dall'eremo dei Camaldolesi e una pala settecentesca di V. A. Rapous. § Fiorente è l'agricoltura, che produce cereali, uva e soprattutto frutta: la località è rinomata per le ciliegie, la cui produzione alimenta un vivace commercio. Importante è la piccola industria, attiva nei settori meccanico e alimentare. § Tra la fine di maggio e l'inizio di giugno ha luogo la Festa delle Ciliege, articolata in una serie di manifestazioni artistiche, folcloriche e commerciali che durano circa quindici di giorni.