Questo sito contribuisce alla audience di

Penn, Irving

fotografo statunitense (Plainfield, New Jersey, 1917). Nel 1934, si iscrive alla Museum School of Industrial Art di Filadelfia, dove studia design sotto la guida di A. Brodovitch. Nel 1938, si trasferisce a New York, dove lavora come grafico. In Messico per un paio d'anni, si dedica alla pittura, ma poi, insoddisfatto degli esiti ottenuti, torna a New York e, nel 1943, viene assunto come assistente dell'art director di Vogue, Alexander Liberman. È proprio Liberman a convincere Penn a dedicarsi alla fotografia e la celebre rivista pubblica la prima delle 165 copertine che il fotografo statunitense realizzerà nel corso di una collaborazione che dura da oltre cinquant'anni. Dal 1947 comincia a realizzare fotoritratti di artisti e scrittori che si caratterizzano per la scelta di collocare il soggetto su sfondi neutri e vuoti, con un'attenzione particolare per la nettezza del contrasto fra la forma e il contenuto dell'immagine. Penn applica lo stesso metodo anche in altri lavori, fra cui i celebri reportage in Perú, Nuova Guinea e Marocco. Una delle più significative raccolte delle fotografie di Penn è Passage. A Work Record (1991). La Maison Européenne de la Photographie, inaugurata a Parigi nel 1996, ha dedicato a Penn una delle sue sale, ritenendolo uno degli indiscussi maestri della fotografia mondiale degli ultimi cinquant'anni ed esprimendo così il proprio omaggio ai numerosi lavori realizzati in Francia dal fotografo statunitense. Nel 2002 le sue foto sono state esposte presso il Metropolitan Museum of Art e nel 2005 al National Gallery of Art a Washington.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti