Questo sito contribuisce alla audience di

Periandro

(greco Períandros), tiranno di Corinto dal 627 al 585 a. C. Figlio di Cipselo, sotto il suo governo (sulla cronologia dei tiranni dell'Istmo vi sono tuttora questioni complesse che portano alcuni ad abbassare di mezzo secolo circa le date tradizionali) Corinto toccò l'apogeo della sua potenza: fautore di una politica estera a largo respiro, curò particolarmente l'espansione coloniale (a occidente riportò sotto l'influenza corinzia Corcira; nella Calcidica fondò Potidea) e le relazioni economiche e commerciali (fu in rapporti con la Lidia, Mileto, Atene). Stimato egli stesso uno dei sette sapienti, favorì le arti e le lettere.