Questo sito contribuisce alla audience di

Potidèa

(greco Potéidaia; latino Potidaea). Antica città greca della Calcidica, sull'istmo della penisola di Cassandra, nei pressi dell'odierno centro di Néa Potéidaia. Fu fondata sul finire del sec. VII a. C. da Periandro, tiranno di Corinto, e a Corinto la città rimase sempre legata ricevendone ogni anno i magistrati eponimi (epidemiurghi). Nel sec. V aderì alla confederazione ateniese ma quando Atene le impose la rottura dei rapporti con Corinto (432 a. C.) Potidea denunciò l'alleanza. Presa dagli Ateniesi dopo due anni di assedio, dovette accettare una cleruchia che fu cacciata nel 404, ristabilita nel 361 e definitivamente soppressa nel 356 da Filippo II di Macedonia, che la cedette a Olinto. Cassandro, intorno al 316, la ricostruì col nome di Cassandria.

Media


Non sono presenti media correlati