Questo sito contribuisce alla audience di

Perròtta, Gennaro

filologo italiano (Termoli, Campobasso, 1900-Firenze 1962). Discepolo di G. Pasquali, insegnò lingua e letteratura greca nelle università di Catania, Cagliari e Pavia, grammatica greca e latina a Firenze e, infine, letteratura greca nell'Università di Roma. Il suo nome è legato soprattutto alla Storia della letteratura greca (1940-46), che si allontana dai consueti schemi storiografici per l'acutezza e la penetrazione del giudizio critico. Tra le altre opere si ricordano: Studi di poesia ellenistica (1925), Studi euripidei (1928), Le donne di Trachis (1931), I tragici greci (1931), Saffo e Pindaro (1935), Sofocle (1935), Pindaro (1959).

Collegamenti