Questo sito contribuisce alla audience di

Petrović, Veljko

poeta e narratore serbo (Sombor, Vojvodina, 1884-Belgrado 1967). Pubblicista e direttore (1945-62) del Museo nazionale a Belgrado, esordì come lirico con Poesie patriottiche (1912) e Sulla soglia (1913), in cui sono espressi temi tradizionali con un linguaggio moderno, di toni originali. In numerosi racconti, spesso ambientati nella natia Vojvodina, è contrapposta la purezza del mondo rurale alla vita annientatrice e corrotta della città: La primavera illusoria (1921), Coscienze distrutte (1922), Tentazioni (1924), La terra (1955) e L'alito della vita (1964).