Questo sito contribuisce alla audience di

Piòbesi Torinése

comune in provincia di Torino (18 km), 233 m s.m., 19,69 km², 3232 ab. (piobesini), patrono: santa Maura (prima domenica di agosto).

Centro della pianura torinese, posto presso la riva destra del torrente Chisola. Antico villaggio romano situato presso l'odierna chiesa di San Giovanni, fu ricostruito nel luogo attuale dopo la sua completa distruzione da parte dei mercenari di Luchino Visconti (1347). Fu feudo dei conti di Piossasco. Nel 1862 prese l'attributo di Torinese.§ L'abitato è attraversato dal corso Italia, fiancheggiato da case a portici, alcune delle quali quattrocentesche. Dell'antico castello del sec. XI si conserva una torre; allo stesso secolo apparteneva la chiesa di Santa Maria, sul cui sito sorge la parrocchiale dedicata alla Natività della Vergine. Nel cimitero si trova la chiesa romanica di San Giovanni ai Campi (sec. X-XI), che conserva affreschi di varie epoche.§ L'economia si basa sull'industria, che opera nei settori meccanico, tessile, alimentare, della lavorazione del legno e degli imballaggi. L'agricoltura produce cereali, ortaggi, frutta e foraggi; è praticato l'allevamento bovino.

Media


Non sono presenti media correlati