Questo sito contribuisce alla audience di

Piròta o Piròtta, Casa-

importante manifattura di maioliche attiva nel centro ceramico di Faenza nel sec. XVI. Dal 1505 vi operò il capostipite Pirotto Paterni, quindi i figli Negro, Matteo, Gianlorenzo e Gianfranco che sino al 1528 produssero pezzi decorati nello stile del “secondo istoriato”. Tipici sono i piatti e i tondini dipinti in bianco opaco su smalto azzurro (decoro detto “berrettino”), sulla cui tesa si svolgono temi di grottesche circondanti, nel cavetto, uno stemma, un putto, un profilo classico.

Media


Non sono presenti media correlati