Questo sito contribuisce alla audience di

Pizzoferrato

comune in provincia di Chieti (100 km), 1251 m s.m., 30,85 km², 1189 ab. (pizzoferratesi), patrono: san Domenico (8 agosto).

Centro posto sul versante sinistro della media valle del fiume Sangro; è compreso nel Parco Nazionale della Maiella. Di origine longobarda, le prime notizie certe risalgono al 1150 (Pizzosterrato). Fu possedimento di numerosi feudatari fra cui i D'Aquino e i Caldora e borgo di importanza strategica per la sua posizione. § L'abitato è sovrastato da una rupe sulla quale sono le rovine della chiesa medievale di San Nicola e i ruderi del palazzo baronale (sec. XVIII). Sulla rupe è anche la chiesa della Madonna del Girone, in origine medievale ma più volte radicalmente alterata. Nei dintorni è la chiesa di San Domenico in Silvis. § L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, patate e olive) e sull'allevamento ovino e bovino, con produzione di latte. Rilevanti risorse provengono dal turismo di villeggiatura estiva.