Questo sito contribuisce alla audience di

Plaskovítis, Spíros

narratore greco (Corfù 1917). Laureato in legge, pubblico funzionario e, dal 1951, membro del Consiglio di Stato, scrisse varie raccolte di novelle (L'albero nudo, 1952; La tempesta e il fanale, 1955; Gli inginocchiati, 1964) e il romanzo La diga (1961). Di idee liberali, fu arrestato nel 1968 e condannato a cinque anni di reclusione. Con la caduta del regime dei colonnelli (1973), ha ripreso l'attività di scrittore, pubblicando le raccolte di racconti Filo spinato (1973), Lo strano episodio (1984) e Il cavallo e l'aeroplano e altri sette racconti (1995), il romanzo La città (1980) e il volume di saggi La narrativa del costume (1986). Dal 1977 al 1991 è stato deputato al Parlamento Europeo.