Questo sito contribuisce alla audience di

Polockij, Simeon

(al secolo Samuil Emeljanovič Petrovskij-Sitnianovič). Monaco, scrittore e poeta russo (Polock 1629-Mosca 1680). Propugnatore della cultura latineggiante fu collaboratore del patriarca Nikon nella riforma della Chiesa ortodossa; fondò la prima scuola moscovita di modello sud-occidentale e dal 1667 fu precettore dei figli dello zar. Fu il primo poeta russo a concepire la poesia come espressione regolata da leggi di versificazione. Tradusse dal latino (molto popolare fu il suo Psalterio in rima, 1680), lasciò due raccolte poetiche manoscritte, Il giardino variopinto (versi di diverso tema, sentenze, preghiere, componimenti satirici) e Ryfmologion (poesie di occasione), due drammi ispirati a temi biblici (su Nabucodonosor e sul figliuol prodigo), lo scritto polemico contro i raskolnikiScettro di governo (1667) e, postume, le raccolte di prediche Il pranzo spirituale (1681) e La cena spirituale (1683).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti