Questo sito contribuisce alla audience di

Ptahhotep, Màssime di-

testo letterario egiziano di natura morale, composto presumibilmente verso il 2400 a. C. Esso è tramandato da copie su papiro del Medio e del Nuovo Regno, che ne attestano il prestigio e la diffusione, risentiti anche nell'influsso esercitato sugli altri testi congeneri, sul lessico gnomico e sulla letteratura proverbiale. L'autore, alto funzionario statale, visir del faraone Isesi, è incluso nel canone degli scrittori del papiro Beatty IV (ca. 1300 a. C.). Egli rivolge un ammaestramento al giovane re Isesi della V dinastia, che è nominato in un'introduzione narrativa; ma le regole di buon comportamento che egli predica si riferiscono a diverse situazioni della vita di un dignitario. L'etica della composizione è fondata sulla sicurezza dei valori costituiti dentro la monarchia menfita e sull'accettazione convinta dei suoi fondamenti ufficiali.