Questo sito contribuisce alla audience di

Róssi Drago, Eleonòra

nome d'arte dell'attrice cinematografica italiana Palmina Omiccioli in Rossi (Quinto, Genova, 1925-Palermo 2007). Notata in Persiane chiuse (1951), esplosa in Sensualità (1952), fu valorizzata da Antonioni col film Le amiche (1955), che le procurò lo stesso anno una scrittura di Visconti per il teatro, dove fornì una fulgida presenza in Zio Vania di Čechov. Ebbe nel 1959-60 la stagione migliore: l'impegnativa figura della vedova innamorata di un adolescente in Estate violenta di Zurlini, interpretazioni di diverso rilievo in Un maledetto imbroglio, L'impiegato, La strada lunga un anno, la parte di protagonista femminile nello sceneggiato televisivo Padri e figli da Turgenev. Successivamente ha sostenuto solo ruoli non da protagonista.

Media


Non sono presenti media correlati