Questo sito contribuisce alla audience di

Ranièri, Antònio

letterato italiano (Napoli 1806-1888). Per le sue idee liberali fu in gioventù esule a Roma, Bologna e Firenze. Caduti i Borbone, fu dal 1861 deputato al Parlamento per otto legislature. Ranieri è soprattutto ricordato per il sodalizio con Leopardi, che conobbe a Firenze e che condusse con sé a Napoli, ospitandolo fino alla morte: un'esperienza che raccolse in Sette anni di sodalizio con G. Leopardi (1880), un libro subdolo e per certi aspetti deformante dei rapporti che intercorsero tra i due. Di Leopardi curò inoltre l'edizione delle opere. Tra i suoi scritti: il romanzo a sfondo sociale Ginevra o l'orfanella della Nunziata (1839), il volume di racconti Il frate Rocco (1842), la Storia d'Italia dal V al IX secolo (1841), Quattro discorsi circa le cose dell'Italia meridionale (1862).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti