Questo sito contribuisce alla audience di

Rho

comune in provincia di Milano (14 km), 158 m s.m., 22,39 km², 50.143 ab. secondo una stima del 2007 (rhodensi), patrono: san Vittore (8 maggio).

Città situata alla sinistra del fiume Olona. Fondata forse in epoca romana, nel Medioevo fu libero comune sotto la diretta influenza di Milano; nel 1160 venne distrutta dall'imperatore Federico Barbarossa. Sede universitaria già prima del sec. XV, appartenne a Francesco Girami per volere dell'imperatore Carlo V (1538) e, successivamente, ai Visconti di Brignano, poi marchesi di Borgoratto. § L'abitato è noto soprattutto per il santuario dell'Addolorata, edificato alla fine del Cinquecento su progetto del Pellegrini, con cupola settecentesca e facciata realizzata da Leopold Pollack. All'interno custodisce dipinti di C. Procaccini e del Morazzone. Nel suo luogo originale di piazza San Vittore fu ricollocata nel 1998 la cosiddetta “Croce della Peste” (sec. XVII). § La vicinanza con Milano ha favorito la localizzazione di centri direzionali e sedi di attività del terziario avanzato: l'area di Rho-Pero è stata infatti destinata ad accogliere il Nuovo Polo di Fiera Milano e i cantieri per l'Expo del 2015. L'industria è attiva nei settori petrolchimico, chimico-farmaceutico, tessile, meccanico, elettromeccanico, alimentare (prosciutti, salumi), della lavorazione della gomma e delle materie plastiche. L'agricoltura è rivolta alla coltivazione di ortaggi, cereali e foraggi per l'allevamento bovino.

Media


Non sono presenti media correlati